TWIN PEAKS 3X11 – DAMN GOOD

Tante cose di cui parlare e ancora solo 7 ore di trasmissione di cui godere. Siamo giunti all’undicesima puntata del nostro (e anche vostro, vero?) show preferito e i punti si uniscono sempre di più, per poi collidere contro loro stessi e esplodere in un universo sempre più aperto e con una valanga di nodi da sbrigliare.

Questo episodio ha una specie di nuovo inizio, grazie alla mappa che Hawke e Truman si ritrovano ad osservare ed a studiare e anche grazie al mancato assassinio di Dougie, da parte dei fratelli Mitchum. Tutto grazie sempre all’aiuto di Mike dalla Loggia Nera.

Un nuovo inizio, perché?

Si tratta di un nuovo inizio perché, se da una parte abbiamo Hawke che si appresta a entrare nella Loggia Nera, dall’altra abbiamo Dougie/Cooper che sembra avere sempre più coscienza di quello che compie all’interno della storia. Che sia quasi arrivato il momento di rivedere il vecchio Cooper di 25 anni fa? Non lo sappiamo, dobbiamo solo vedere come si svilupperanno le vicende.

twin-peaks-3x11-2-750x500

Intanto Gordon Cole ha avuto un assaggio di paranormale, nel momento in cui si ritrova nel luogo deserto in cui è stato trovato il corpo dell’amante del Preside Hastings e quest’ultimo è stato (probabilmente) ucciso da uno degli spiriti della Loggia Nera che abbiamo imparato a conoscere nel corso di questa terza stagione i “Woodsmen”. Il tutto condito da un “brain storming” corredato da caffè, ciambelle e le sigarette di Diane.
Diane, inoltre, sembra sapere qualcosa e anche qualcosa di grosso. Il suo rapporto con Bad Cooper non si è evidentemente interrotto in questi anni, ma, come per tutto il resto, non ci è ancora dato sapere nulla.

20264883_10213972969544090_420595520311637101_n

In tutto questo Bobby ha a che fare con una “fortuita” sparatoria mentre si trova nel Double R, causata da un ragazzino che trova la pistola del padre nascosta nella macchina. Questa scena e quella successiva, dove Bobby ascolta una sorta di “profezia” da parte di una americana isterica che suona nervosamente il clacson e che ha come passeggero un ragazzino che sembra aver passato i suoi ultimi giorni sul fondo di un canale di scolo sono anch’esse un punto di partenza per lo sviluppo di nuovi eventi che accadranno nella cittadina di lì a breve, ne sono certo. Che tutto si colleghi ad Hawke e alla sua mappa? Staremo a vedere.

tumblr_otkq0bgL5w1qhlx6do6_540

La chicca più curiosa di questa puntata è un “omaggio”, in una chiave ben più ironica, della scena finale del film di David Fincher: “Se7en”. Dougie, infatti, tiene in mano una scatola, disarmato, in un deserto, nel quale all’interno vi è una “Damn Good Cherry Pie”, che gli salverà la vita e che sancirà il rapporto di amicizia tra lui e i fratelli Mitchum.

Piano piano sembra che ci stiamo avvicinando al “nocciolo della questione” e David Lynch continua a giocare con noi, quel mattacchione.

Follow us:

Facebook: http://www.facebook.com/adamnfinecupofcoffeesite
Instagram: http://www.instagram.com/adamnfinecupofcoffeesite
Twitter: http://www.twitter.com/adfcupofcoffee
Email: adamnfinecupofcoffeesite@gmail.com

Jakk

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...