RECENSIONE E SPECULAZIONI – Twin Peaks: The Return – Parte 5 e 6

Tanta, forse troppa, carne al fuoco in quel di Twin Peaks. Anche se di Twin Peaks, intesa come cittadina, stiamo vedendo ben poco. Lynch ha ampliato la storia e l’ha resa di carattere mondiale, e ha fatto bene. Sarebbe stato sciocco pensare, infatti, che certi eventi paranormali potessero verificarsi solo nella cittadina di Twin Peaks, in quanto gli spiriti, per antonomasia, posso spostarsi nello spazio e nel tempo a loro piacimento.
Part 5 e 6 sono state puntate molto lente che hanno mostrato pochi colpi di scena, ma hanno posato diversi tasselli importanti per la storia. Nella mia mente si sta formando sempre più l’idea che questa terza stagione non darà un “finale” alla storia della Loggia Nera in senso stretto, ma probabilmente è solamente, come dice il nome, un “revival” che porterà alla sconfitta di Bad Coop/BOB. Difatti, dalla fine della stagione precedente, rimangono alcuni punti interrogativi piuttosto evidenti e penso che questa nuova serie miri solo a dare un risposta sensata a quei quesiti, senza cercare un finale vero e proprio. Gli spiriti della Loggia continueranno a esistere come il luogo che popolano: mi pare improbabile che il finale di questa nuova stagione si incentri sulla “eliminazione della Loggia e dei suo abitanti”.
Qualcuno vuole uccidere Cooper. O Dougie Jones. O entrambi.
Lynch non ci fa capire nulla e continua a inserire nuovi personaggi con una facilità disarmante, facendoci cadere in uno stato confusionale assoluto.
Una donna manda un messaggio e a Buenos Aires si attiva un dispositivo elettronico, il quale si smaterializza nel nulla a fine episodio, presumibilmente in seguito alla telefonata di Bad Coop.

Schermata 2017-06-16 alle 13.32.15.png

La stessa donna verrà poi uccisa da un nano sul finire della parte 6, dopo che egli è stato ingaggiato da qualcuno. Che quel qualcuno sia il miliardario di New York che ha costruito la Glass Box? Probabile. Come probabile è che egli non sia Audrey, come teorizzato dal sottoscritto, ma lo stesso Bad Coop. La donna, che si chiama Lorraine, potrebbe dunque essere morta per aver fallito nel tentativo di uccidere Dougie/Coop.

“E L E C T R I C I T Y” diceva The Man From Another Place in Fuoco Cammina con Me. E l’elettricità gioca un ruolo fondamentale in questi episodi. MIKE comunica con Cooper tramite le prese elettriche (non a caso Cooper torna nel nostro mondo tramite una di queste) e Carl vede l’anima del bambino investito da Richard Horne (sì, si chiama così) in prossimità di, guarda caso, fili dell’alta tensione crepitanti.

v0rHo33

La questione Philipp Jeffries è tutt’ora aperta, come quella di Ray (maledetto, dove sei finito?), probabilmente rinchiuso nello stesso carcere dove alloggiano Bad Coop e William Hastings (non ve l’aspettavate eh?).
Plausibile un’ apparizione di Chester Desmond nelle prossime puntate. Da sottolineare, a questo proposito, che Part 12 si chiamerà “Let’s Rock”.

tumblr_nr0qryapfj1qb49v5o1_1280

Richard Horne è una perfetta testa di cazzo e ci piace. Viene allegramente preso per i fondelli da Red, uno spacciatore della zona, con un trucco di magia dopo essersi drogato e finisce per investire un bambino che attraversa sulle strisce. Uno sbarbatello che gioca a fare l’adulto, come ha dimostrato in più occasioni. Per la cronaca: Red è colui che ammicca a Shelly nel secondo episodio all’interno del Bang Bang Bar.
Restando in tema di monetine, parliamo di Hawk e di quella che potrebbe essere la scoperta più grande di sempre. Spero vivamente che Lynch non abbia usato l’escamotage della monetina che cade dalla tasca per far scoprire un segreto così grande. Fa già abbastanza ridere che “qualcosa che riguarda il tuo retaggio” sia una targhetta sulla porta di un bagno, ma su quello posso ancora passarci sopra. Ma se Lynch ha usato una scusa così forzata per far notare a Hawk i fogli nascosti, allora, mi sento in dovere di sollevare il primo cartellino giallo della serie. Sono intenzionato, però, ad aspettare, in quanto tutta la scena di Red e della monetina potrebbe essere collegata a quella di Hawk. VEDREMO.
Invece, cos’ha trovato Hawk nella porta del bagno? I fogli strappati del Diario di Laura Palmer. Questo ingrandimento ce lo dimostra.

19059496_10211635078465531_4130799560784873110_n

Avete capito bene. Forse finalmente è il momento della famosa frase di Annie Blackburn, pronunciata in sogno a Laura, e vista nelle scene inedite di FWWM.

Sottolineo, inoltre, che una delle pratiche che Coop/Dougie controlla riguarda i fratelli Mitchum, proprietari del casinò sbancato dal nostro agente preferito.

19260355_1339419312811751_8828428154648056187_n.jpg

In ultimo voglio citare una mia personale teoria: il corpo trovato vicino a quello di Ruth Davenport potrebbe essere quello del Maggiore Briggs.

Sperando di non aver tralasciato nulla, vi saluto! Alla prossima!

Follow us:

Sguido

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...