RECENSIONE E SPECULAZIONI – Twin Peaks: The Return – Parte 3 e 4

Io mica lo sapevo che anche questa settimana Showtime avrebbe trasmesso due parti del nostro amato revival di Twin Peaks. Settimana scorsa, infatti, non ho saputo aspettare e ho letteralmente divorato ciò che Showtime ci aveva concesso in anteprima e, al pensiero di dover aspettare quasi tre settimane per un ulteriore episodio, mi stavo sentendo male.
Per fortuna le cose sono andate diversamente e, già settimana prossima, potrò gustarmi un nuovo episodio della serie più bella del mondo.
Ciò che l’accoppiata Lynch/Frost ci propone in queste due nuove parti è letteralmente qualcosa che ti fotte il cervello.
La sequenza iniziale di “Part Three” è Lynch allo stato puro, ma non solo. Potrebbe nascondere qualcosa di veramente enorme per la trama stessa.
Un utente di Reddit parla della “Purple Room” chiamandola “Mauve Zone” e cita Kenneth Grant come creatore di tale termine. Il mio cervello, in quel momento, ha fatto boom.

<<The term is taken from the writing of Kenneth Grant. Grant was the first person to associate Western Occultism/Magic with the alien abduction phenomena and the first to really emphasize the role of Jack Parsons in the history of occultism. Both of these subjects play a big role in Mark Frost’s Secret History of Twin Peaks book.>>

reddit

screen-shot-2017-05-28-at-11-42-36-am.png

Grant descrive la “Mauve Zone” come una sorta di mondo autonomo, che si trova al margine della nostra realtà, situato tra ciò che possiamo sperimentare (come esseri umani) e ciò che possiamo solo concepire.
Grant credeva che si potesse manipolare la realtà con l’aiuto di una razza aliena che abita la Mauve Zone, la quale si può visitare in un particolare tipo di sonno (come un coma), popolata da esseri mostruosi che possono inviare segnali e messaggi alla nostra realtà tramite un fenomeno UFO (o un’apparizione come il Gigante).
Sono convintissimo che la donna asiatica che “salva” Cooper e gli permette di uscire dalla “porta corretta” sia Josie Packard mentre la donna che si vede successivamente (la quale chiama “Mother” la creatura che continua a bussare alla porta e che sembra essere la stessa creatura che appare nella Glass Box e uccide la coppia intenta a fare l’amore) sia Ronette Pulaski, in quanto l’attrice è la stessa.
In quel di Twin Peaks, invece, facciamo la conoscenza del nuovo sceriffo, ovvero Frank Truman, fratello di Harry, e del presunto figlio di Andy e Lucy, ovvero Wally Brando, oltre a un piacevole cameo di Bobby Briggs.

wally_brando_huge

Perché dico presunto? Una teoria che circola in questi giorni spiega come Wally potrebbe essere solamente un giovane attore, ingaggiato da Frank, Andy o entrambi, che recita semplicemente la parte di Wally. Ciò che porta a pensare a tutto ciò sono i visi palesemente “attaccati” su delle figure adulte nella foto di famiglia che Lucy tiene vicino alla sua scrivania, il fatto che Wally chieda di parlare con lo Sceriffo e non con i suoi genitori, il fatto che egli non sia mai a casa, ma soprattutto il fatto che Lucy si trovi in questo strano stato mentale per il quale il tempo non è passato e i cellulari sono una cosa inconcepibile. Insomma, la morte di Wally avrebbe portato Lucy in un sorta di “loop temporale” per eliminare dalla sua (debole) mente la morte dell’amato figlio. Una cosa tristissima che speriamo non sia vera, perché Lucy non si merita tutto ciò. Va detto, però, che circola anche l’idea che Wally sia in realtà figlio di Dick Tremayne e ciò giustificherebbe il suo modo di parlare. Staremo a vedere.
Spostiamoci sulla storyline dei tre Cooper.

vlcsnap-2017-05-23-01h20m35s726

Bad Coop sbanda e finisce fuori strada riuscendo nel tentativo di non essere richiamato nella Loggia Nera, anche se ciò lo porta a vomitare ingenti quantità di Garmonbozia. Entra in scena dunque Dougie Jones, un altro clone di Cooper, che però ha una sua vita, un suo lavoro, una bella moglie (Naomi Watts) e un figlio. Ora, la prima teoria che mi viene è in mente è la seguente: BOB, che possiede il doppelganger di Cooper, ha creato un’altra copia dell’Agente Speciale solo per far sì che lo scambio tra Loggia e mondo reale avvenga con Dougie, permettendo così a Bad Coop di rimanere e di continuare a seminare il terrore. Bisogna sottolineare che Dougie possiede l’anello del Nano e ciò complica nuovamente le cose, specie che ora, rientrando nella Loggia Nera, l’anello è passato nelle mani di MIKE.
Tornano in scena Gordon Cole e Albert Rosenfield, portando con loro una piacevole novità: Tamara Preston, ovvero l’agente TP incaricato (nel libro di Mark Frost) di leggere e decifrare il dossier dell’Archivista (il maggiore Garland Briggs).

tp3

Il dialogo tra Cole e Bad Coop è da pelle d’oca e sono pronto a scommettere che la Lei, di cui il personaggio di Lynch e quello di Miguel Ferrer parlano, sia Diane e spero vivamente sia interpretata da Laura Dern.

twin-peaks

Qualcuno dice che, invece, potrebbe essere Audrey, ma sono dell’idea che ella sia il miliardario che ha costruito la glass box a New York. Da sottolineare il fatto che Philipp Jeffries venga nominato più volte nella serie. Che abbia un effettivo ruolo nella trama pur non mostrandosi?

danyzgnxsaauzvi1

HELLOOOOOOO” è il nuovo tormentone Twinpeaksiano. Cooper, svuotato della sua essenza vitale dopo essere uscito dalla Loggia, vaga per un casinò e vince un sacco di soldi, aiutato dagli spiriti della Loggia che gli mostrano quali slot-machine utilizzare. Ciò impedisce alla moglie di Dougie Jones, di cui Cooper prende il posto, di sbatterlo fuori di casa e gli permette di perseguire il suo scopo, anche se lo stato di demenza in cui si trova non rende le cose più semplici. MIKE appare in visione a Cooper per avvertirlo che è stato ingannato e ciò mi porta a credere ancor di più che Dougie Jones sia un artefatto di BOB. Unica nota dolente dello show per ora: la moglie di Dougie che non fa una piega di fronte al deficit mentale del marito. Cara Naomi, capisco che dopo Mullholland Drive sia tutto un po’ strano, ma questo mi sembra troppo.
Con questa ultima speculazione vi saluto e vi rimando al prossimo articolo.
Ciao!

Follow us:

Sguido

Annunci

3 pensieri su “RECENSIONE E SPECULAZIONI – Twin Peaks: The Return – Parte 3 e 4

  1. Ricciorob ha detto:

    E’ solo un rumor, ma si vocifera che comparirà persino David Bowie nella serie. Dopotutto l’agente Phillip viene spesso nominato nella serie. Contando che le riprese di Twin Peaks sono terminate prima del gennaio 2016, ossia della morte del nostro Duca Bianco, la cosa potrebbe anche rivelarsi plausibile.

    Vi lascio l’articolo di riferimento: http://www.rollingstone.it/cinema-tv/news-cinema-tv/e-se-david-bowie-tornasse-in-twin-peaks/2017-05-27/

    (Porco boia se succede io salto dalla sedia così forte da finire al piano di sopra)

    Per il resto son stati due episodi della madonna, non ho mai desiderato avere una canna a portata di mano come durante l’inizio della 3×03.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...