Recensione: Westworld – 1×05 – Contrapasso

Sta succedendo il delirio in quel di Westworld. Ed è un delirio bellissimo.
Dopo esserci lasciati alle spalle lo scorso, scoppiettante, episodio, giungiamo a metà stagione con la testa piena di dubbi e incertezze. Ma questo episodio tutt’altro fa che chiarire le cose, anzi le complica e rimescola più volte le carte per confonderci ancora di più. In tutto questo, però, abbiamo la nostra luce guida.
Ormai è chiaro che i quattro personaggi principali su cui dobbiamo ragionare per venire a capo di una qualche conclusione sono Robert Ford, Dolores, L’Uomo in Nero e il misterioso (e deceduto) Arnold.
Il tema centrale della puntata è la ragione di vita, qualcosa di cui Ford non ha nemmeno un’idea vaga di cosa possa essere e preferisce dunque continuare a giocare a fare il Dio Creatore e a incasinare le vite di tutti. Pazzo sadico o vero villain? Chi lo sa.
Se Dolores volesse scavare dentro se stessa chissà cosa ci troverebbe. Sicuramente ricordi di vecchie storyline non del tutto eliminate dalla sua memoria e segreti importantissimi. Le sue visioni sono effettivamente i sussurri di Arnold, e Dolores, inconsciamente, sa che è proprio l’ex socio di Ford a parlarle.
L’Uomo in Nero continua la sua ricerca del Labirinto (ancora non è chiaro cosa sia) intrecciando la sua linea narrativa con quella di Teddy, eliminando Lawrence e avendo un dialogo da pelle d’oca con lo stesso Robert Ford che, molto stranamente, non cerca di farlo desistere ma, anzi, alimenta la sua curiosità. Lawrence d’altra parte viene rimesso in campo dagli addetti del parco e ci mostra chi è realmente, ovvero il capo di un clan di banditi, anche se il dubbio rimane: potrebbe essere un nuovo ruolo appena assegnatoli viste le nuove trame ideate da Ford.
William è cio che noi potremmo chiamare “il nostro alter ego” e per la prima volta in vita sua decide di iniziare a giocare secondo le regole del parco, facendo qualcosa che va contro la sua morale di ferro.
Qualcuno, però, trama nell’ombra. Qualcuno che ha messo dei chip dentro alcuni androidi per rubare informazioni dal parco. Insomma, una nuova gatta da pelare per Bernard e soci. Intanto Maeve continua a ripetere ciclicamente il taglio sulla pancia con Hector e la relativa scoperta del proiettile, svegliandosi all’interno del laboratorio completamente cosciente e lucida e preannunciando un interrogatorio che renderà molto particolare la prossima puntata.

Follow us:

Sguido

Annunci

Un pensiero su “Recensione: Westworld – 1×05 – Contrapasso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...