DR. STRANGE, OPINIONI DI UNO SCETTICO DIVERTITO.

doctor_strange_2016-hd

Partiamo col dire che io del personaggio non sapevo nulla prima di vedere il film e chi dice che “MA SE NON SAI NULLA DI FUMETTI NON PUOI GIUDICARE UN CINEFUMETTO!!11!” è bene che si faccia curare un pochino.

Dopo questa piccola premessa partiamo col dirvi un minimo la trama: il Dottor Stephen Strange è un neurochirurgo molto bravo e molto conosciuto che a causa della sua sete di successo e di fama, distrattosi alla guida della sua fiammante Lamborghini (ah, e ragazzi, solo negli States può accadere questa cosa, perché vi assicuro che mio padre è chirurgo e se comprassimo una Lamborghini… No, non potremmo mai permetterci una Lamborghini), incappa in un brutto incidente che gli distrugge le mani letteralmente, le mani con le quali poteva operare i suoi pazienti e avere tutto quel successo. Il nostro dottore si sottopone a molteplici operazioni, anche sperimentali, per la ricostruzione delle ossa e per riacquisire le sue piene attività motorie alle mani. Dopo vari fallimenti e soldi spesi e capelli lunghi e barba da “ommioddio sono depresso non mi curo gnè gnè gnè” viene a sapere dal suo fisioterapista che un suo vecchio paziente, precedentemente paralizzato, è riuscito a tornare a camminare non si sa come. Il Dr. Strange rintraccia questo tizio che lo manda in Nepal ad apprendere le arti magiche diventando così il super stregone della vita.

Ora, ho avuto la (s)fortuna di potermi godere il film in 3D e la realizzazione delle scene panoramiche è strabiliante, sono davvero fatte egregiamente, ma io sono convinto che se guardi un film in 3D accetti che non capirai nulla di quello che andrai a visionare: gli occhialini scuriscono sempre l’immagine e quindi alterano l’opera, quando le scene non sono consone al 3D (per esempio in un semplice dialogo) ci sono delle prospettive che sembrano sbagliate. Vi faccio un esempio, nella primissima scena Hannibal Lecter compie un furto di alcune pagine da un libro antichissimo e quando hanno inquadrato la “libreria” non si capiva se chi stesse rubando il libro avesse la mano davanti o dietro la libreria stessa a causa dell’effetto del 3D. “MAGIIIIAAAA” direte voi, “STRONZAAATA” dico io. Sinceramente avrei preferito un semplice ma sempreverde 4K.

Finita questa piccola critica, che può anche essere dettata dal fatto che io personalmente non amo la tecnica del 3D al cinema, passiamo ai momenti del film in cui mi hanno fatto dire “Ok… Ma perché?” (ATTENZIONE CI SARANNO MEZZI SPOILER): mettete caso che Dr. Strange avesse avuto un altro fisioterapista… Già. Dr. Strange diventa quello che diventa a causa del suo fisioterapista. Ditemi voi se è una bella idea.
Quando si reca in Nepal chiede a tutti dove sia il luogo che sta cercando per accrescere la sua mente. Proprio in quel momento passa uno dei maestri della scuola, Mordo, che lo sente nominare il luogo del posto. Esattamente in quell’istante il maestro si trovava proprio lì. Che coincidenza amico, sembra proprio che il destino voglia farti diventare un super stregone di quarto livello!
I portali. Possibile che si venga a sapere solo adesso dell’esistenza degli stregoni, quando questi creano dei portali enormi, con attorno delle scintille, che fanno arrivare da una parte all’altra del mondo? Soprattutto stregoni quali hanno delle “basi” che si trovano in Nepal, a Hong Kong, Londra e NY in mezzo alla città, in palazzi enormi e pieni di reperti antichi e nessuno si è mai fatto delle domande? Gli esseri umani sono proprio una razza stupida, devo ammetterlo. Quest’ultimo dubbio però ammetto essere imprescindibile dal film stesso, quindi è soltanto un “va bene la sospensione dell’incredulità ma…. eh”.
Il mantello della levitazione salva Strange da morte certa la prima volta che lo incontriamo, perché quando Strange si becca la pugnalata nel cuore no? Cos’è, un essere magico non pensante era “distratto”? Sul serio?
Poi chiaro, tu mi ricuci il petto con annessa lesione del miocardio e io in 5 minuti sono in piedi, ma hey, sono il Dr. Strange… Sono il più tosto stregone di quarto livello del mondo io.
Il cattivo è una cosa fighissima, fino a che non si mostra. Il concetto di ebrezza di immortalità, del vivere senza il tempo, inghiottito nel cosmo è ciò che salva il film. Peccato che poi il villain, che sia chiama DORMAMMU (soprannominato da me Donnarumma), risulta essere dotato di intelligenza scarsa, visto che nel momento che sappiamo tutti potrebbe benissimo lasciarlo perdere il Dr.Strange e sarebbe tutto finito secondo i suoi piani di conquista del mondo.

In ogni caso il film mi ha divertito, ma non va oltre la mera sufficienza, che va bene per un film del genere che dovrebbe solo intrattenere con immagini fighe e luci brillanti, ma ci hanno speso comunque 300mln per realizzare questa pellicola e sinceramente quando vedo tutti quei soldi, con un comparto di C.G.I. fatto così bene, mi aspetto qualcosina in più.
Sono uscito dalla sala semplicemente dicendo “Beh, carino, ma è come tutti gli altri cinefumetti”.

Voi l’avete visto? Cosa ne pensate? Fatemi sapere le vostre impressioni.
Buon cinema a tutti, amici.

-Jakk

Follow us:

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...